Pregare con Gesù

La preghiera, ho bisogno di pregare, tutti noi ne abbiamo bisogno. Non pregare è come dire non voglio essere felice, non amo la pace, la serenità dell’animo, la gioia che ne scaturisce improvvisa e dalle profonde risonanze. Ma non voglio pregare nel modo solito, con le solite preghiere, non voglio pregare recitando a memoria, con sforzo della mente. Voglio pregare stando in presenza, voglio pregare abbracciato a Gesù. Senza parole in completa e totale adorazione. E quello che ne viene fuori è ricchezza, è dialogo. E’ come stare davanti ad una fonte di inesauribile prosperità.

Lui mi viene a cercare, non lo incontro quando voglio io, raramente mi è capitato. Mi affanno a cercarlo (e quelle azioni avranno pure un senso) ma lui mi incontra quando è il momento, inaspettatamente oserei dire. Mi incontra quando ha qualcosa da dirmi, quando si fa più urgente e pressante l’esigenza di comunicare. Mi incontra, avviene l’incontro e sgorga spontanea e famigliare la preghiera. Un dialogo che si trasforma in preghiera. Una confidenza raccolta che rischiara e consola l’anima. Stai qui con me Gesù e ripetiamo insieme le parole che ci hai insegnato: Padre Nostro…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...